Il terremoto che ha colpito il centro Italia ha causato distruzione in vaste aree, perle architettoniche del nostro paese, spesso scarsamente popolate o conosciute alle masse. Tra le macerie ora regna desolazione e silenzio, tutta la popolazione è stata infatti trasferita altrove.

La fotogrammetria e topografia aerea offrono uno strumento fondamentale per il rilievo di queste aree. Grazie all’uso di APR (Aeromobili a Pilotaggio Remoto) sono stati fatti i rilievi e con l’uso di potenti algoritmi di calcolo sono stai ricostruiti modelli tridimensionali utili alla ri-progettazione delle infrastrutture o alla pianificazione di interventi di ricostruzione nei territori colpiti.

 

 

Grazie all’interessamento del Sindaco Mauro Falcucci di Castelsantangelo sul Nera che ha concesso l’accesso al territorio interdetto e sotto controllo delle forse dell’ordine, lo Studio de Marchi di Mantova (www.studiodemarchi.net), lo studio Gagliardini di Montecassiono con i droni forniti da EYEDRONE di Milano  hanno messo a disposizione queste tecniche con lo scopo di ricostruire un modello tridimensionale delle aree comunali colpite dal terremoto.

I dati raccolti saranno a disposizione di altri esperti (architetti, ingegneri, imprese, etc) che sulla base dei dati potranno mettere a servizio dei territori colpiti il loro tempo e le loro competenze per proporre idee e soluzioni a supporto degli interventi ricostruttivi.

I rilievi sono stati condotti senza costi per i Comuni colpiti e i modelli saranno a disposizione di coloro che vorranno processarli, creando modelli ricostruttivi, mettendo in campo il loro genio ed idee architettoniche ed artistiche per continuare a dare una speranza a questi territori.